Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546
info@example.com

Related Posts

Title Image

Blog

Home  /  Fisioterapia e Osteopatia   /  Fisioterapia gnatologica. Cos’è, a chi è rivolta, quali obiettivi

Fisioterapia gnatologica. Cos’è, a chi è rivolta, quali obiettivi

La Fisioterapia Gnatologica è una specializzazione riabilitativa volta a mantenere e/o ripristinare la salute dell’apparato stomatognatico.

Esso si compone di 4 elementi principali:

  • l’articolazione temporo-mandibolare
  • i denti
  • il sistema osseo del cranio
  • il sistema neuro-muscolare

Questi ultimi lavorano in reciproco equilibrio, condizione fondamentale per assolvere correttamente alle funzioni di masticazione, deglutizione, respirazione e fonazione.

Equilibrio del sistema corporeo

Una qualsiasi perturbazione (malocclusione, disordine posturale, stress, cattive abitudini…) a carico di queste componenti si rifletterà a cascata sulle altre, sacrificando l’equilibrio del sistema e innescando la disfunzione.

Le disfunzioni temporo-mandibolari sono facilmente rintracciabili.

 

Le disfunzioni temporo-mandibolari sono facilmente rintracciabili in tutti quei quadri clinici in cui l’articolazione si presenta dolente, la bocca si apre con difficoltà, si avvertono rumori tipo click o scrosci durante i movimenti articolari.

Spesso, però, queste disfunzioni si nascondono dietro sintomi “lontani” dall’occlusione: mal di testa, cervicalgia, dolore irradiato alle braccia, vertigini, acufeni, pesantezza delle palpebre, difficoltà a deglutire per citarne alcuni.

Disfunzione stomatognatica.

Come fare, dunque, a capire se siamo in presenza di una disfunzione stomatognatica?
Solitamente, il primo professionista a individuare il problema è il dentista.

Tuttavia, data l’origine multifattoriale della disfunzione, la condizione clinica può essere così variegata da richiedere un’analisi multidisciplinare, approccio attualmente più valido secondo lo stato dell’arte.

Armonia funzionale. L’apporto della fisioterapia gnatologica.

Il Fisioterapista gnatologico ha il compito di inquadrare il paziente disfunzionale in modo globale, ovvero di valutare se l’apparato stomatognatico lavora in armonia funzionale rispetto all’intero organismo. Individuati i fattori di rischio o la disfunzione vera e propria, potrà intervenire manualmente per ridurre le tensioni muscolo-fasciali, riequilibrare il sistema cranio-cervico-mandibolare, migliorare la postura e ridurre il dolore.

Purtroppo le disfunzioni gnatologiche interessano tutte le età. La fase dell’accrescimento è di sicuro la più delicata ma è anche quella in cui è possibile essere più efficaci e ottenere risultati più stabili. Con l’avanzare dell’età, invece, s’incorre nelle problematiche legate all’usura delle componenti legamentose, ossee e articolari, per cui è importante rintracciare in tempo quei fattori che possono condurre a una disfunzione, legati soprattutto al sovraccarico funzionale e alle abitudini viziate.

Fisioterapia gnatologia come strumento di prevenzione.

La Fisioterapia gnatologica, quindi, è un valido strumento di prevenzione, di supporto alle terapie odontoiatriche/ortodontiche e di riduzione del rischio di recidive.

Ovviamente, nell’ottica della multidisciplinarietà, risulta fondamentale la collaborazione con le professioni che si occupano della materia: gnatologi, dentisti, chirurghi maxillo-facciali, logopedisti, fisiatri, neurologi, ortopedici e, non meno importanti, familiari.

Per informazioni e prenotazioni.

D.ssa Iolanda Cordasco
Specialista in Fisioterapia, Osteopatia

A Bolzano. Verifica giorni di visita sul Calendario.

RICHIEDI INFORMAZIONI
GG slash MM slash AAAA
Privacy*